Prezzi del gas: Parigi e Madrid in rivolta contro la Commissione europea

Il governo spagnolo ha accusato la Commissione europea di "prendersi in giro da sola" con la proposta di un tetto al prezzo del gas.
Agnès Pannier-Runacher

Il governo spagnolo ha accusato la Commissione europea di “giocare” con una proposta di tetto al prezzo del gas ritenuta inattuabile, mentre Parigi l’ha denunciata come “esibizione politica”.

“Avevamo chiesto alla Commissione di elaborare una proposta e all’ultimo minuto ci ha presentato questa proposta, che non è una proposta”, ha dichiarato alla stampa il ministro spagnolo per la Transizione ecologica, Teresa Ribera, definendo il meccanismo voluto da Bruxelles una “presa in giro”.

“Questa proposta produrrà l’effetto opposto a quello desiderato: provocherà un maggiore aumento dei prezzi, mettendo a rischio tutte le politiche di controllo dell’inflazione”, ha proseguito il ministro, accusando la Commissione di “prendere in giro il mondo”.

In seguito a ciò, il Ministero francese della Transizione Energetica ha criticato il sistema definendolo “insufficiente e non rispondente alla realtà del mercato”.

“La Commissione deve proporre un testo operativo, non semplicemente un testo che è un’esibizione politica e che può potenzialmente avere effetti perversi o nulli”, ha dichiarato l’ufficio di Agnès Pannier-Runacher.

Martedì Bruxelles ha proposto un meccanismo temporaneo per limitare i prezzi all’ingrosso sul mercato di riferimento del gas dell’UE, ma con condizioni molto rigide per convincere gli Stati membri riluttanti.

Questa proposta è “chiaramente insufficiente” e “non va nella giusta direzione”, ha protestato il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

Secondo la signora Ribera, il testo sta provocando “una forte indignazione nella maggioranza degli Stati membri”. Madrid si opporrà “con forza” al meccanismo durante la riunione dei ministri dell’energia dell’UE di giovedì, ha avvertito, affermando che la Commissione “sentirà cose molto dure dalla grande maggioranza dei ministri”.

Senza un nuovo testo “serio”, la Spagna potrebbe “semplicemente smettere di sostenere le proposte della Commissione su altre questioni importanti per lei”, ha avvertito.

Lo schema presentato da Bruxelles consiste in un tetto massimo di prezzo di un anno per i contratti mensili (con consegna il mese successivo) sul mercato di riferimento olandese TTF.

58 al di sopra di un “prezzo di riferimento medio mondiale” per il gas naturale liquefatto (GNL) per dieci giorni – per garantire che l’Europa rimanga sufficientemente attraente per le navi GNL.

275/MWh quest’anno solo durante un brevissimo periodo alla fine di agosto, quando l’UE-27 era in competizione per riempire le proprie riserve. E i prezzi si aggirano attualmente intorno ai 120 euro.

Una portavoce della Commissione ha confermato che, date le condizioni del meccanismo, esso non sarebbe scattato durante l’impennata dei prezzi di agosto, quando il tetto di 275 euro è stato superato solo per una manciata di giorni, molto meno delle due settimane richieste.

Tuttavia, “abbiamo progettato” questo meccanismo “per anticipare ed evitare che questa situazione si verifichi in futuro”, ha dichiarato.

“È una rete di sicurezza molto, molto bassa, bisogna aver fatto una buona caduta libera prima di poterci entrare”, spiega il team della signora Pannier-Runacher.

Parigi critica inoltre la Commissione per non aver preso di mira le transazioni over-the-counter (al di fuori dei mercati regolamentati), con il rischio di lasciare un’importante lacuna nel meccanismo.

Dans cet article :

Articles qui pourraient vous intéresser

Avete già un account? accedi qui.

Continua a leggere

Accesso illimitato

1€ a settimana senza impegno
Fatturato al mese
  • Godetevi l'accesso illimitato alle ultime notizie professionali del settore. Annullamento online in qualsiasi momento.

Articoli limitati per mese

Gratuito
  • Accedere ad alcuni dei nostri articoli e personalizzare le newsletter in base ai propri interessi.

Non è richiesto alcun impegno, si può annullare in qualsiasi momento.
Il vostro metodo di pagamento verrà automaticamente addebitato in anticipo ogni 4 settimane. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. È possibile annullare in qualsiasi momento. Possono essere applicate altre restrizioni e tasse. Le offerte e i prezzi sono soggetti a modifiche senza preavviso.