L’OPEC+ potrebbe tagliare la produzione di petrolio

Secondo l'Arabia Saudita, l'OPEC+ potrebbe tagliare la produzione se necessario, smentendo qualsiasi ipotesi di aumento della produzione.
OPEP+

L’OPEC+ potrebbe tagliare la produzione se necessario, secondo l’Arabia Saudita, che ha negato qualsiasi ipotesi di aumento della produzione.

Una riunione programmata

L’OPEC+ smentisce la notizia secondo cui starebbe valutando unaumento della produzione. Il Wall Street Journal ha riportato che si sta discutendo di un aumento della produzione di 500.000 barili al giorno. Inoltre, il prossimo incontro dell’OPEC e dei suoi alleati, noto come OPEC+, si terrà il 4 dicembre.

Il ministro dell’Energia saudita, il principe Abdulaziz bin Salman, ha dichiarato:

“È noto che l’OPEC+ non discute alcuna decisione prima della riunione”.

Dopo la pubblicazione dell’articolo, i prezzi del petrolio sono scesi di circa il 5%, scendendo sotto gli 83 dollari al barile. Tuttavia, in seguito all’intervento del ministro saudita, il calo del prezzo del petrolio si è ridotto.

Il mese scorso, l’OPEC+ ha deciso inaspettatamente di ridurre drasticamente gli obiettivi di produzione. Sarebbe infatti insolito che il gruppo aumentasse la produzione in un momento di calo dei prezzi. Anche le prospettive economiche sono sempre più preoccupanti.

Procedimenti legali in corso

Il ministro dell’Energia saudita, il principe Abdulaziz bin Salman, ha dichiarato:

“L’attuale taglio OPEC+ di 2 milioni di barili al giorno continua fino alla fine del 2023 e se è necessaria un’ulteriore azione di riduzione della produzione per bilanciare la domanda e l’offerta, rimaniamo sempre pronti a intervenire.”

Secondo il Wall Street Journal, si sta discutendo di un aumento della produzione. L’amministrazione Biden ha detto a un giudice della corte federale che il principe saudita Mohammed bin Salman dovrebbe godere dell’immunità sovrana.

Infatti, è in corso un processo federale statunitense relativo all’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi. La decisione sull’immunità equivale a una concessione al principe Mohammed bin Salman. In questo modo rafforza il suo status di sovrano de facto del regno.

La questione legale arriva dopo i tentativi dell’amministrazione Biden di isolare il principe saudita. Inoltre, negli ultimi giorni i mercati del greggio si sono indeboliti. Questa tendenza riflette l’indebolimento della domanda di petrolio da parte di Cina ed Europa.

Dans cet article :

Articles qui pourraient vous intéresser

Il Lago Lungo alimenterà Meta

Long Lake, un impianto da 200 MW in Arkansas di DESRI (D.E. Shaw Renewable Investments) alimenterà Meta.

Avete già un account? accedi qui.

Continua a leggere

Accesso illimitato

1€ a settimana senza impegno
Fatturato al mese
  • Godetevi l'accesso illimitato alle ultime notizie professionali del settore. Annullamento online in qualsiasi momento.

Articoli limitati per mese

Gratuito
  • Accedere ad alcuni dei nostri articoli e personalizzare le newsletter in base ai propri interessi.

Non è richiesto alcun impegno, si può annullare in qualsiasi momento.
Il vostro metodo di pagamento verrà automaticamente addebitato in anticipo ogni 4 settimane. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. È possibile annullare in qualsiasi momento. Possono essere applicate altre restrizioni e tasse. Le offerte e i prezzi sono soggetti a modifiche senza preavviso.