Bangladesh: almeno 130 milioni di persone colpite da un blackout

Almeno 130 milioni di persone in Bangladesh sono rimaste senza elettricità martedì pomeriggio a causa di un guasto alla rete elettrica.
Bangladesh Panne

Almeno 130 milioni di persone in Bangladesh sono rimaste senza elettricità martedì pomeriggio dopo che un guasto alla rete elettrica ha causato un blackout, ha dichiarato la società elettrica.
del governo.

La rete è saltata alle 14:00 (08:00 GMT) e, ad eccezione di alcune zone del Bangladesh nordoccidentale, “il resto del Paese è senza elettricità”, ha dichiarato all’AFP Shamim Ahsan, portavoce dell’Energy Development Board.

Ahsan ha detto che più di due residenti su tre erano senza elettricità.

Secondo il portavoce, la causa dell’interruzione della rete non è ancora nota. “L’indagine è ancora in corso”, ha dichiarato, aggiungendo che la causa potrebbe essere un guasto tecnico.

Secondo un post su Facebook del Ministro della Tecnologia Zunaid Palak, la fornitura di elettricità sarà ripristinata alle 20:00 ora locale a Dhaka, capitale di 22 milioni di persone.

Da diversi mesi il Bangladesh soffre di una grave crisi energetica dovuta all’aumento dei prezzi mondiali del carburante e del gas in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Non potendo finanziare l’importazione di gasolio e gas sufficiente a soddisfare la domanda di elettricità, Dhaka ha dovuto introdurre “misure di austerità”.

Le centrali elettriche diesel del Paese, con una capacità produttiva di 1.500 megawatt, e alcune centrali a gas sono state chiuse.

A decine di migliaia di moschee in tutto il Paese è stato ordinato di far funzionare i condizionatori d’aria solo durante le cinque preghiere quotidiane.

Le carenze sono state aggravate dal deprezzamento della valuta locale, il taka – di circa il 20% rispetto al dollaro, secondo gli economisti – e dal calo delle riserve valutarie.

La rabbia della popolazione si è intensificata in seguito alle numerose e lunghe interruzioni di corrente.

Almeno tre manifestanti sono stati uccisi dalla polizia durante grandi manifestazioni a Dhaka contro l’aumento del costo della vita.

Circa 100 persone sono rimaste ferite in una manifestazione che è stata violentemente repressa dalla polizia, secondo il Partito Nazionalista del Bangladesh, partito di opposizione.

L’inflazione dei prezzi al consumo ha colpito duramente anche i bilanci delle famiglie e il governo si è recentemente impegnato a imporre un tetto ai prezzi di diversi alimenti di base, tra cui il riso, per alleviare il malcontento della popolazione.

Il Bangladesh aveva già subito un’interruzione di corrente su larga scala nel novembre 2014. Circa il 70% del Paese è rimasto senza corrente per quasi dieci ore.

Gigantesche interruzioni di corrente, come quella di martedì in Bangladesh, si sono verificate ripetutamente in tutti i continenti. Ricordiamo i principali degli ultimi 20 anni:

– Asia –

Nel gennaio 2022, milioni di kazaki, kirghisi e uzbeki sono colpiti da un enorme blackout.

Le reti elettriche interdipendenti e antiquate dei Paesi dell’Asia centrale sono ereditate dall’era sovietica e soffrono regolarmente di guasti.

Il Pakistan, anch’esso abituato ai blackout, sta sperimentando un enorme blackout nel gennaio 2021, che interesserà tutte le principali città.

Nel 2015, l’80% del Paese era già piombato nell’oscurità a causa di un blackout causato, secondo il governo, da un attacco dei separatisti Baloch a una linea dell’alta tensione.

In Indonesia, decine di milioni di persone sull’isola di Giava sono colpite nell’agosto 2019 da un gigantesco blackout dovuto a guasti in due centrali elettriche.

Alla fine di luglio 2012, l’India è stata colpita da un blackout senza precedenti che ha interessato metà del Paese, dopo che le reti che servivano circa 20 Stati sono collassate quasi contemporaneamente.

Il Bangladesh, nel frattempo, aveva già sperimentato un’interruzione di corrente su larga scala nel novembre 2014. Circa il 70% del Paese è rimasto senza elettricità per quasi dieci ore.

– America Latina –

Il 27 settembre, l’uragano Ian si abbatte su Cuba e getta nell’oscurità 11,2 milioni di persone.

Nel giugno 2019, l’Argentina e l’Uruguay subiscono un mega-interruzione a causa di un errore della società di distribuzione Transener. Priva di elettricità 44 milioni di argentini e 3,4 milioni di uruguaiani.

A marzo 2019, il Venezuela è paralizzato da un enorme blackout dal 7 al 14 e di nuovo dal 25 al 28. A ciò seguirono molti altri tagli che costrinsero il governo ad attuare un piano di razionamento.

All’inizio di luglio 2017, il Costa Rica ha subito le conseguenze di una linea elettrica danneggiata nella vicina Panama. I cinque milioni di abitanti del Paese sono rimasti completamente senza corrente per cinque ore. Anche Nicaragua ed El Salvador sono parzialmente colpiti.

In Brasile, il 10 novembre 2009, un cortocircuito causato da una tempesta tropicale ha gettato nell’oscurità 50 milioni di persone.

– Nord America –

Il 14 agosto 2003, un enorme blackout ha colpito 50 milioni di persone nel nord-est degli Stati Uniti e in Canada, facendo sprofondare New York nell’oscurità, a causa del guasto al generatore di una società privata.

L’interruzione dura 29 ore e in alcune aree fino a quattro giorni. Costringe migliaia di persone a dormire sotto le stelle sui marciapiedi di New York. 54 fabbriche di automobili sono costrette a chiudere. Con l’arresto delle stazioni di pompaggio, anche diverse città sono rimaste senza acqua potabile.

– Europa –

Il 4 novembre 2006, un guasto alla rete tedesca ha gettato nell’oscurità gran parte dell’Europa occidentale: 10 milioni di persone sono state colpite, la metà delle quali in Francia, per quasi un’ora.

Anche il Regno Unito (2003), l’Italia (2003), la Russia (2005), i Paesi Bassi (2015), la Turchia (2015) e la Francia (2015) hanno subito interruzioni negli ultimi anni, anche se di durata più lunga ma con un numero minore di persone.

In Ucraina, il 23 dicembre 2015, un attacco informatico ha preso di mira una rete elettrica per la prima volta al mondo e ha causato un grave blackout nella parte occidentale per diverse ore.

– Africa –

Nel giugno 2022, il Malawi, uno dei Paesi più poveri del mondo, sprofonda nell’oscurità. Il blackout colpisce l’intero Paese ma solo una minoranza della popolazione, poiché meno del 15% degli oltre 19 milioni di abitanti ha accesso all’elettricità.

Dans cet article :

Articles qui pourraient vous intéresser

Qijang, grandi riserve di gas

Qijang, il primo giacimento cinese di shale gas, rivela un’importante scoperta nel bacino del Sichuan nella prima fase.

Avete già un account? accedi qui.

Continua a leggere

Accesso illimitato

1€ a settimana senza impegno
Fatturato al mese
  • Godetevi l'accesso illimitato alle ultime notizie professionali del settore. Annullamento online in qualsiasi momento.

Articoli limitati per mese

Gratuito
  • Accedere ad alcuni dei nostri articoli e personalizzare le newsletter in base ai propri interessi.

Non è richiesto alcun impegno, si può annullare in qualsiasi momento.
Il vostro metodo di pagamento verrà automaticamente addebitato in anticipo ogni 4 settimane. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. È possibile annullare in qualsiasi momento. Possono essere applicate altre restrizioni e tasse. Le offerte e i prezzi sono soggetti a modifiche senza preavviso.